Se ne parla da anni e ora qualcosa si muove sempre più: il futuro delle auto sarà senza benzina e, come se vedessimo la nostra vita ambientata nel futuro, ecco le anticipazioni che ci portano direttamente in un mondo automobilistico completamente diverso da quello che abbiamo conosciuto fino ad oggi.

 

OLANDA PRIMA DELLA CLASSE DI ECOLOGIA E PRONTA ALLA SVOLTA
La proposta di legge c’è ed è in procinto di essere vagliata dal parlamento olandese. L’idea è quella di vietare, a partire dal 2025, la vendita e la produzione delle auto a benzina e diesel per lanciare definitivamente la nascita e la crescita delle auto elettriche. L’Olanda è già una delle regine europee e mondiali nel campo dell’attenzione all’ambiente. Chilometri di intere piste ciclabili, emissioni attentamente sorvegliate e cura per l’ambiente segnano di fatto l’asticella per il premio al miglior paese nell’approccio “green” e con questo ulteriore passo avanti, può davvero diventare la nazione più ambientalista ed eco-sostenibile di tutto il mondo. Qualora passi questa innovativa proposta di legge, non tutto il cambio sarà integrale ed immediato, ma si procederà verso un rinnovo ponderato ma continuo.

 

INDIA, L’INQUINAMENTO NON SARÀ PIÙ TOLLERATO
Di questo avviso è anche il governo indiano, che forse più di tutti deve affrontare quotidianamente l’inquinamento altissimo delle strade della nazione. Calcutta, Nuova Delhi e Mumbai sono tra le città più trafficate ed inquinate al mondo, nonché le più rumorose e caotiche. Entro il 2030 l’India ha in progetto di sostituire tutte le vetture a benzina e a diesel in favore di quelle elettriche. Un notevole cambio per una nazione che sta letteralmente sbocciando sotto gli occhi increduli del mondo e che sta adottando idee e progetti tecnologici facendo dell’India una delle potenze industriali più influenti del pianeta. Non male per un paese che spesso ha fatto parlare di sé per l’arretratezza e la sporcizia; decisamente un modo per lasciarsi alle spalle una nomea non del tutto gradevole e presentarsi con un biglietto da visita in grado di far dimenticar qualsiasi difetto passato.

 

L’ITALIA NON SCENDE ANCORA IN CAMPO, IL MONDO INVECE SÌ
L’Italia è ancora un fanalino di coda nel campo della tecnologia avveniristica e per il momento è saldamente attaccata alle auto a benzina o a diesel: sono ancora molti i tasselli da sistemare prima di poter anche solo pensare di veder circolare auto elettriche su tutto il territorio. Punti di ricarica non così diffusi, marche non sponsorizzate nel Bel Paese, velocità ridotte e prestazioni più ecologiche non sono infatti ancora la norma. Chissà che in futuro, anche grazie all’esempio degli altri paesi, non possano diventarlo.