Volevo un pane nero, nero, nero… come il carbon.

No, non siamo impazziti. Il pane al carbone vegetale è sicuramente uno dei prodotti alimentari di maggior successo negli ultimi tempi: ecco una panoramica su quella che sta diventando sempre più una moda, con un occhio di riguardo su alcuni aspetti importanti.

 

Pane al carbone: di cosa si tratta
Quando si parla di pane al carbone non può non colpire a prima vista il colore di questo alimento: un intenso colore nero che all’apparenza potrebbe anche risultare poco attraente. Impatto che viene nettamente superato nel momento in cui si viene a conoscenza dei benefici “sperati” dall’uso di questo alimento. Il carbone utilizzato per produrre il pane e altri panificati come la pizza è quello che si ottiene da legni vari, come pioppo o betulla, ma anche dai gusci di nocciole, dal quale, mediante opportune lavorazioni si ottiene la polvere nera molto fine che si può trovare anche in commercio e che può essere usata anche in casa.

 

Pane al carbone: i benefici
I benefici di cui si sente spesso parlare o di cui si possono leggere utili approfondimenti sul web sono diversi. Innanzitutto è bene sottolineare che questa sostanza ha preso piede nella tradizione culinaria moderna per via delle sue proprietà: riesce a catturare bene batteri, gas, virus e tossine presenti nell’organismo. Il carbone infatti viene usato come entero-adsorbente in quanto riesce a catturare bene tutto ciò che trova all’interno del tratto intestinale. Questo dimostra perché tale sostanza è utile anche in caso di avvelenamenti. Dunque si può legittimamente pensare che non si tratta solamente di una moda, anche se è bene sottolineare che la maggior parte delle persone che consuma il pane al carbone lo usa in modo improprio. Infatti, stando anche ad alcuni medici, 1-2 grammi di carbone rappresentano la dose ideale da assumere: spesso se ne assumono anche più del doppio, motivo per cui il carbone tende ad assorbire molto di più. Ciò dimostra che, come tutto, va consumato con parsimonia e quindi non in tutti i pasti della giornata.

 

Perché fare attenzione al pane al carbone
Sicuramente il pane al carbone, pur avendo una lunga serie di benefici, ha anche una serie di aspetti importanti a cui fare molta attenzione. Ecco perché bisogna sempre riconoscere bene il giusto confine tra la moda e l’uso di alimenti nella maniera più utile possibile per l’organismo. Innanzitutto sarà utile ricordare che il carbone presente nel pane può limitare l’azione di una lunga serie di farmaci: motivo per cui è bene evitare la sua assunzione quando si stanno seguendo terapie importanti e che sono di vitale importanza per la salute di una persona. Potrebbe rivelarsi utile l’assunzione lontana dal momento in cui è stato ingerito il farmaco.

 

KIOENE TIP: provate ad abbinare il pane nero alle nostre Polpettine Vegetali e a della verdura fresca per uno spuntino “alla moda”.