Ormai considerata un vero e proprio toccasana, tanto da dare origine a preparazioni che spaziano da “semplici” contorni fino ad arrivare a elaborati drink, come il Golden Milk, bevanda a base di latte caldo e curcuma. E come poteva chiamarsi questo drink se non latte dorato? Scopriamo perché questa spezia è considerata così preziosa.

 

PROPRIETÀ
Grazie alla sua capacità di trasformare i radicali liberi in sostanze innocue per l’organismo umano, la curcuma ha eccezionali proprietà antiossidanti, che contribuiscono al processo che rallenta l’invecchiamento cellulare.

Consumare curcuma migliora il funzionamento di stomaco e intestino, aiutando per di più a combattere il colesterolo, poiché facilita lo smaltimento dei grassi in eccesso. Inoltre, per chi soffre di problemi di digestione, la curcuma può essere un valido “regolatore”.

 

COME USARLA
Come regola generale (a tavola e nella vita) bisogna avere equilibrio. Per quanto faccia bene, meglio non superare la dose giornaliera di due cucchiaini da caffè, che si possono assumere in “purezza”, se aggiunti a fine cottura dei cibi, oppure per insaporire yogurt, salse o bevande.

Per fare in modo che si assorba più in fretta e massimizzare la sua efficacia, l’abbinamento consigliato è con tè verde, olio d’oliva o pepe nero. Particolarmente quest’ultimo è l’ideale, perché la piperina in esso contenuta può aumentare la bio-disponibilità della curcumina, principio attivo della curcuma, fino al 2000%.

 

ABBINAMENTI
La curcuma è perfetta se abbinata a farinacei come le patate, nelle quali crea una bella crosticina polverosa e dorata che conferisce un intenso sapore terroso.
Perfetta anche per ortaggi “delicati” come le zucchine, che accende di sapore.

 

KIOENE TIP: La curcuma è perfetta anche se abbinata ai carciofi, come quelli contenuti nel nostro Burger con Carciofi e Pomodori Secchi. Metti un Burger Kioene, una porzione di patate bollite condite con curcuma e pepe nero e un po’ di spinaci… e il pasto “prezioso” è servito.